Olio Extravergine ma meglio se usato per condire a crudo

 

A svelarlo è uno studio pubblicato su Food Research International da un gruppo di ricercatori dell'Università di Porto (Portogallo). "Purtroppo diversi metodi di cottura, dalla comune friggitura, alla bollitura e alla cottura al microonde, modificano senza dubbio il profilo chimico dell'olio", precisano gli scienziati. la conseguenza pratica è la perdita dei composti fenolici e degli altri antiossidanti che conferiscono all'extravergine le sue proprietà salutari.

Questo fenomeno non comporta nessun rischio per la salute. Infatti dopo la cottura l'olio extravergine continua ad essere salutare almeno tanto quanto gli altri oli di origine vegetale. Tuttavia, sarebbe meglio utilizzarlo per condire le pietanze a crudo, preferendo olio d'oliva di qualità inferiore per le cotture. In alternativa è possibile aggiungere l'extravergine in padella solo poco alla volta, in modo che non si scaldi troppo e riesca a mantenere tutte le sue caratteristiche salutari.

 

Frantoio Gargiulo vi consiglia una bella caprese con Olio di Oliva a crudo al Limone IGP di Sorrento o una bella Pizza Margherita con un filo di Olio Syrenum DOP Penisola Sorrentina, sempre ed esclusivamente crudo

 

 

 

 

 

Gli ospiti del Frantoio Gargiulo

Libro degli ospiti al Frantoio Sorrento

 

Option: com_content
View: article
Task:
id: 107